Serie C femminile, 11 marzo 2018: Termoli – Vasto 3 a 1.

Pallavolo, serie C interregionale femminile.
11 marzo 2018, ore 18:00, al Palasabetta: Sim One Termoli Pallavolo – Madogas San Gabriele Vasto, risultato finale: 3 – 1 ( 22-25 / 25-23 / 25-18 / 26-24 / / )
VITTORIA CASALINGA DELLA SIM ONE. 
Serata non brillante delle termolesi che dopo alcune prestazioni maiuscole hanno tirato il fiato, rischiando parecchio. In compenso però hanno conquistato una gara che si era messa male, tanto che il primo set era stato lasciato alle vastesi. Vanno elogiate le atlete della Sim One perché, visto che con tecnica e meccanismi di squadra non se ne veniva a capo, sono riuscite a rimediare con tattica e grande carattere. Un atteggiamento per il quale ha avuto grande peso l’operato del tecnico Alfredo Mottola, sempre lucido e seguito da ragazze che ne hanno recepita, capitalizzandola, la grande grinta.
Le vittorie più importanti sono proprio quelle accalappiate in capo ad un confronto giocato piuttosto male e così è stato questa sera.
Di fronte c’era una squadra giovanissima e di discreta portata che però è riuscita a vendere molto cara la pelle. Brave anche loro.
Tra le nostre, nel mare in tempesta il capitano è stato condottiero: Danila Gramaglia ha tenuto il campo, palleggiato bene e messo a segno punti importanti, due dei quali con piazzate morbide molto spettacolari. Per il tabellino però la “palma” delle migliori va a Mascitelli e Campofredano: parecchi punti da entrambe, con la prima capace anche di alcuni bei muri e di recuperi importanti in difesa e la seconda a segno in momenti delicati e decisivi, come nel quarto set quando ha stoppato Vasto che era arrivata sul 24 pari: una schiacciata e un servizio vincente di Silvia e tutti a casa.
Buona la prova di Santagata a muro e in attacco. Tutte le altre hanno fatto quadrato, comprese Ilenia Saetta, Arianna Carnevale e Manuela Castaldo, e contribuito a portare casa un successo doppiamente importante.
In classifica ritardo invariato (3) dalla Gada Volley che ha vinto per 3 a 0 il derby pescarese. Guadagnato invece un punto su Nereto che ha espugnato Pratola ma solo per 3 a 2. Più distante ora Lanciano che è stata sconfitta in casa, oseremmo dire “naturalmente”, da Giulianova.
Sabato 17 ci sarà la trasferta contro quella Montesilvano che è ancora ferma a quota 2 punti, ultimissima in graduatoria. La vittoria piena è obbligatoria quindi attenzione a non addormentarsi sullo scontato. Bisogna giocare con cattiveria e carattere anche lì e andare ad agguantare il quinto posto, distante solo tre lunghezze.
La neopromossa continua la propria marcia: cinque successi consecutivi, avanti così.
Nota finale sul pubblico: più folto del solito e questo è un gran bene. Sarà importante un sostegno molto intenso nelle gare che restano da giocarte.

Le note in tempo reale.-
Primo set.
Avvio gara davanti a un bel pubblico.
Frazione complicata ed in costante equilibrio. Buon inizio di Vasto, poi Termoli riprende quota e vantaggio ma le avversarie rimontano. Battaglia aperta fino a 19 pari, poi Vasto guadagna terreno e arriva a 24-22 con due set points, chiudendo poi 25-22. Sim One sottotono.

Secondo set.
Termoli sembra riprendere pian piano quota e conduce fino al 15-11.
La squadra di Mottola non appare brillante come nelle ultime occasioni. Muro e difesa meno bene rispetto alle prove recenti. Vasto è una discreta squadra ma non certo trascendentale.
In ogni caso termolesi meglio che nel primo set, più concentrate. Con un buon parziale si arriva sul 18-13.
Poi Vasto spinge e recupera qualcosa: 20 a 18 per Termoli e si avvicina il momento decisivo, buttato via un vantaggio importante.
Sbagliamo molto alla battuta: ennesimo errore ma Termoli avanti per 23-21. Sul filo, battuta delle vastesi, si riceve e poi Gramaglia serve Mascitelli che sfonda: 25-23 e Termoli torna in parità : 1-1.
Terzo set.
Termoli non prende la necessaria continuità, ma conduce 14-12.
Alessandra Mascitelli è in palla e va servita di più. Intanto piazzata spettacolare di Danila Gramaglia per il 15-12.
Finalmente si vede un nostro bel muro, anche questo opera di Mascitelli. 18-12 e time-out.
Ancora e sempre Mascitelli, in collaborazione con l’ottima spalla Campofredano: 23-15, bisogna chiudere subito. Santagata firma il 24-17, poi Danila Gramaglia piazza morbido il 25-18.Termoli avanti, 2-1.
Quarto set.
Sbagliamo di nuovo qualche servizio di troppo. Dieci pari ai venti punti. Buon parziale con Gramaglia al servizio fino a 14-11 ma Vasto riprende quota 14-13 e poi passa a condurre: 16-15 e time-out.
La reazione di Termoli c’è: 21-18 e altra pausa. Squadra di casa a corrente alternata e troppi errori alla battuta. Si va comunque sul 22-19.
Campofredano schiaccia il 23-20, poi Vasto riprende il servizio portandosi a 21, per poi riagganciare: si soffre sul 24 pari. A quel punto però Silvia Campofredano decide di chiudere i conti: schiacciata e battuta vincente, 26-24, vittoria termolese conquistata con i denti.