C femminile, 03/03/2018: Gada Volley Pescara 3 – Sim One Termoli Pallavolo 1 – 3

Serie C femminile, Sabato 3 marzo 2018, a Pescara:
GADA volley Pescara 3 – Sim One Termoli, RISULTATO FINALE 1-3 ( 17-25 / 19-25 / 25-17/ 25-27)
GRAN VITTORIA DELLA SIM ONE TERMOLI, ORA SESTA IN CLASSIFICA.

La Sim One Termoli ha vinto a Pescara, battendo una ottima Gada Volley Pescara 3 dopo una gara bellissima. Questo risultato proietta le termolesi a 28 punti e determina il sorpasso in graduatoria ai danni di Nereto, che ha perso in casa contro la EDAS Sambuco e resta dunque a quota 27, e di Lanciano che giocherà domani a Pineto una partita almeno sulla carta proibitiva.La squadra di un Alfredo Mottola attento, senza pause e di grande autorevolezza, quasi settimo giocatore, potrebbe dunque risultare sesta anche domani sera dopo che tutte le gare della giornata numero 18, quinta di ritorno saranno state giocate.
La compagine termolese, quadratissima e compatta, ha conquistati i primi due set con grande disinvoltura. Difficile trovare difetti nelle prime due frazioni, salvo forse qualche battuta sbagliata ma in una quota che ci può stare. Tutte molto bene, a partire dalla solita Santoro, sempre “cerniera” con una Cicchitti come di consueto ottima sia in fase di attacco che in difesa. Da citare senza dubbio Silvia Campofredano che in particolare ha più volte schiacciato intelligentemente vedendo con notevole anticipo spazi vuoti e piazzando la palla con altissima precisione, a vanificare il muro delle granatiere pescaresi. Molto brave tutte le altre e contributi consistenti da Silvetti, Mascitelli e Santagata, tutte a punti con regolarità e a murare con buona continuità. Solita garanzia Danila Gramaglia, autrice anche di alcune “voleée” bellissime, una delle quali inspiegabilmente annullata dagli arbitri, la cui regia impeccabile ha conosciuto un calo, abbastanza fisiologico, nel terzo set insieme a quello di tutta la squadra. La “pausa” è durata lo spazio di una dozzina di punti. Le pescaresi hanno conquistato il parziale ma Termoli, che stava naufragando, è risalita chiudendo a 17 dopo aver ripreso a giocare bene, cosa che psicologicamente ha avuto significato e peso fondamentali nel prosieguo .Nel quarto set infatti Pescara ha dato ancora il meglio di sé ma le nostre, dalla grandissima tenuta nervosa, hanno ribattuto colpo su colpo e nel momento decisivo hanno chiuso con grinta ma molto autocontrollo sul 27 a 25.
Della classifica abbiamo già detto ma aggiungiamo che ora il distacco dalla stessa GADA è di soli tre punti e quello da Pineto, quarta dietro le magnifiche 3, di sette. Ci sarebbe quasi quasi da sperare in una vittoria di Lanciano domani sera, cosa che potrebbe farci pensare seriamente ad un clamoroso aggancio, ma bando a sogni ed illusioni: bisogna continuare così ed onorare il margine di miglioramento che ancora c’è.
Riguardo l’arbitraggio: ottimo fino a quasi tutto il terzo set, poi un paio di episodi clamorosi hanno un po’ disunita la conduzione di gara ma possiamo dire senza ombra di dubbio che questo non ha condizionato in alcun modo il risultato.
Un applauso convinto va alla Gada, ottima squadra che ha fatto una bella gara, cosa che conferisce alla vittoria esterna delle atlete guidate da Alfredo Mottola un grande valore. Le abruzzesi sono state grintose, a tratti rabbiose, ma hanno dovuto fare i conti con una Sim One che le ha imbrigliate anche tatticamente.
Serata da ricordare: una delle gare più belle e spettacolari in assoluto in questa stagione.
Prossimo appuntamento domenica 11 marzo, quando al Palasabetta arriverà una Madogas San Gabriele Vasto che ha perso si contro L’Aquila ma solo per 2 a 3, prendendo un punticino che le colloca ora a quota 25 e dimostrando di essere una squadra coriacea che darà alle nostre tanto filo da torcere. Gara importante e da pubblico delle grandi occasioni.